Vicevic: “HaBaWaBa Plus, l’Akademija Cattaro non poteva mancare”

Posted · 1 Comment
vicevic

La prima edizione dell’HaBaWaBa Plus U13 è davvero pronta ad iniziare: sabato 2 gennaio le 16 squadre partecipanti arriveranno al Villaggio Ge.Tur di Lignano Sabbiadoro e domenica 3 prenderà il via il torneo, dedicato alla categoria Under 13. Abbiamo intervistato tecnici e dirigenti dei club partecipanti per chiedere loro cosa si aspettano dal torneo.

Iniziamo con Mirko Vicevic, olimpionico a Seul ’88 e attuale tecnico dell’Akademija Cattaro.

 

Mister Vicevic, perché l’Akademija Cattaro ha deciso di partecipare all’HaBaWaBa Plus U13?

Siamo stati presenti a tutte le manifestazioni internazionali HaBaWaba, un progetto ormai conosciuto a livello mondiale, e non volevamo mancare anche a questa.

Cosa si aspetta dall’HaBaWaBa Plus U13?

Per il nostro club si tratta di un torneo interessante, visto che i ragazzi di questa età, qualche anno fa, vinsero il titolo di campioni del Montenegro.

A Lignano arriveranno squadre da 7 paesi diversi (Spagna, Francia, Montenegro, Serbia, Croazia, Ungheria e Italia). 

Sono sorpresi dal numero e dalla qualità delle squadre coinvolte in questo evento. Speriamo di dimostrare di potercela giocare con loro.

I ragazzi dell’Akademija Cattaro sono felici di partecipare all’HaBaWaBa Plus U13?

Sono molto contenti, soprattutto perché è la prima volta che giocano un torneo internazionale in questo periodo dell’anno.

La Waterpolo Development sta provando a diffondere la pallanuoto e l’amore per questo sport attraverso questo genere di manifestazioni. Crede che sia la giusta via per promuovere la waterpolo?

Auguro il meglio a tutti i membri dell’associazione affinché insistano con questa strategia. Siamo sicuri che lavorare con i ragazzi sia una garanzia per il futuro della pallanuoto.

 

 

 

 

One Response to "Vicevic: “HaBaWaBa Plus, l’Akademija Cattaro non poteva mancare”"
  1. D'Antuono scrive:

    Ciao, purtroppo non avevo informazioni a riguardo, altrimenti saremmo venuti anche dalla Germania. Buon divertimento a tutti e chissà, magari alla prossima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *